fbpx
Absinthium – Matteo Saccò - Chiara Martini Photo
52974
post-template-default,single,single-post,postid-52974,single-format-standard,cookies-not-set,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.14, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Absinthium – Matteo Saccò

Gin aromi e illustrazioni

Absinthium – Matteo Saccò


Gin, aromi e illustrazioni

Condividere la creatività, dal cuoco all’illustratore, dall’illustratore al fotografo, una sorta di catena di montaggio che nasce spontanea dopo anni di collaborazioni e legami di fiducia.

Matteo, illustratore e grafico che ha realizzato l’etichetta, la descrive così “L’idea di base è stata quella di riportare i sentori freschi e erbacei del gin sull’etichetta e nel nome della bottiglia.

Da qui il nome, Absinthium, un richiamo al locale, all’ebrezza e alla leggerezza; l’illustrazione è la naturale conseguenza, erbe, sentori naturali e una figura femminile che ci scruta curiosa dal centro del vortice di essenze.”

Viene da sé che il mood di questi scatti dovesse essere fresco, light con vibrazioni estive e frizzantine.

P.S. se lo volete provare andate all’Assenzio( un must a Teramo) e chiedete a Manuel, “cuoco e poeta” del locale, e inventore di questa ricetta.